Festival del Viaggiatore 2022

dal 4 al 25 settembre



4 - Venezia, Lido
16 - Possagno
17 - Bassano del Grappa
18 - Fonte
23 - Maser
24/25 - Asolo



Festival del Viaggiatore 2022

dal 4 al 25 settembre


4 - Venezia, Lido
16 - Possagno
17 - Bassano del Grappa
18 - Fonte
23 - Maser
24/25 - Asolo

“Ogni vita è un viaggio”

II Festival del Viaggiatore, dal 2015, dà voce alle esperienze, ai pensieri e alle emozioni delle persone, viaggiatori che si muovono nei mondi più diversi.

Filo conduttore è il viaggio come metafora della vita. Scrittori, musicisti, cuochi, blogger, imprenditori, scienziati, artisti, camminatori, pensatori...tutti sono chiamati a condividere la propria esperienza, guidati da un tema dominante, che è la "direzione di viaggio" scelta per l'edizione.

Il Festival è nato ad Asolo, uno dei borghi più belli d’Italia, ma dal 2020 ha cominciato a viaggiare. Abita i luoghi in cui approda, rendendoli accoglienti a tutti i viaggiatori che colgono il richiamo di ritrovarsi fuori dagli schemi e dai social, immersi nel bello e nel buono del nostro meraviglioso Paese. La città che accoglie si trasforma in un salotto a cielo aperto, dove incontri informali si trasformano in momenti di ascolto e confronto, senza barriere. Storie, racconti ed esperienze prendono vita in luoghi insoliti come la casa di Eleonora Duse, Villa Freya, la casa di Robert Browning, dimore private, ville, giardini storici, chiostri e luoghi privati solitamente non accessibili, che rendono l’esperienza un viaggio nel viaggio.

Rabdomanti

Cercatori d’acqua in una terra che sembra desolata. Un’immagine evocativa, filo conduttore del Festival del Viaggiatore. Cercare la vita, la luce, gli sguardi diversi sugli altri e sulle cose in un tempo confuso e incerto, in ostaggio di eventi incontrollabili, è il viaggio che possiamo ancora fare. Rintanarsi nelle poche sicurezze, bloccati nelle nostre stanze mentali, fermandosi ai pregiudizi e a ciò che appare è la fuga dal viaggio. Uscire allo scoperto, scegliere una strada, accettare il rischio di perdersi e la paura di cambiare, seguendo il richiamo impalpabile delle passioni, della vita che costantemente rinasce. Rabdomanti, tutti, del mondo che sogniamo.

Buona ricerca